Se io, se lei..Solo una bella canzone? No, il segreto dell’insuccesso..

se io se lei mipai pensione

Se io, se lei, se tu, se loro.. Fa ricordare la bella canzone di Biagio Antonacci, ma queste frasi nascondono il vero segreto dell’insuccesso..

Se io, se lei… tutto ciò che avremmo potuto fare.

Tutti parlano di dover o voler cambiare la propria esistenza e le cose fatte, gli errori commessi, una vita o un settore della propria esistenza che non ha avuto il successo sperato.

Esiste un errore madornale che molte persone commettono nella vita e lo commettono con reiterazione, più e più volte.

Sempre lo stesso e in tutti i campi della propria esistenza.

Dal finanziario, al relazionale, ai rapporti di lavoro, alla vita professionale.

Tutti criticano parenti amici fidanzate, mogli o mariti, colleghi di lavoro, a seguito di un errore dicendo: “ci dovevi pensare prima”.

Una frase fatta che nonostante non possa avere una connotazione reale (in quanto il passato non lo si può cambiare), viene riproposta mille volte.

“Se io, fossi stato un po’ meno distante, un po’ meno orgoglioso, un po’ meno che..

Se lei fosse stata un po’ meno gelosa, un po’ meno nervosa, un po’ meno che…

Ma se io, se lei, se io, se lei”
Se lui fosse stato un po’ meno…

Se loro avessero fatto un po’ più…

Biagio Antonacci ci offre un grande spunto di pensiero.

Ogni volta che usciamo da un insuccesso, in qualsiasi ambito, che sia personale o professionale, ci inoltriamo sempre nel cunicolo senza fondo di queste immense domande e riflessioni.

Infatti.. Le persone passano una vita FOCALIZZANDOSI su due fattori primari:

  1. Condizionale/congiuntivo
  2. Altre persone.

Il condizionale/congiuntivo è presente in tutti quei soggetti che vivono di rancori e rimpianti.
“Se fossi stato, se tu avessi, se loro avessero fatto”..

E come hai già visto, dietro al condizionale, ci sono i “soggetti”.

Ricordo la maestra alle elementari..

Quando scrivevo mi diceva: “devi mettere i soggetti, colui che scrive e colui al quale può essere rivolta la frase”.

I soggetti solitamente sono…. GLI ALTRI.

CONDIZIONALE + ALTRI.

Tradotto:

ciò che TUTTI gli altri avrebbero potuto fare, ma che non hanno fatto o hanno sbagliato, tanto che tu oggi ne hai subito le conseguenze e ti trovi in quella determinata situazione.

Come uscire da questo atroce labirinto, da questa pugnalata continua che gira continuamente la lama nelle carni dolenti?

Ci dovevi davvero pensare prima?

Proprio no. Prima ti trovavi in una condizione mentale, in una situazione personale, professionale, con una conoscenza, una competenza, una consapevolezza diversa ed hai agito in base a quelle.

Esisteva un “livello” di ognuno di questi fattori che avevi raggiunto in quel preciso momento.
Basso o alto che fosse.
Aggiungendoci poi un inconsueto mix di leve personali, emozionali ed emotive che ti hanno in quel momento convinto o coinvolto.

Un attimo.. a questo punto parte il condizionale?

“Se fosse stato, se fosse andata, sarei”…

E iniziamo con i soggetti? ALTRE PERSONE alle quali probabilmente da sempre dai responsabilità.

Personalmente ho vissuto 38 anni a responsabilizzare dei miei insuccessi ogni persona che mi gravitava attorno.
E della mia vita non si vedeva un’uscita.

Un giorno tutto è cambiato. Completamente.

E oggi anche un errore viene vissuto con un’impostazione diversa e difforme rispetto a una volta.

Il segreto? Difficile dirlo oggi, sembrerebbe di atteggiarsi da guru della vita vissuta, cosa che poco mi si addice.

Una cosa posso dire. Ho drasticamente abbattuto:

  • Il condizionale.
    Non sono stato dotato della facoltà di riportare indietro il tempo, quindi il “se io, se lei” del buon Antonacci, restano piccole elucubrazioni che ancora faccio (per pura natura umana) ma che defluiscono dopo pochi minuti.
  • Soggetto: gli altri.
    Domanda: chi ha fatto quel click? Chi ha fatto quel movimento, chi ha preso quella decisione, chi ha fatto quell’azione? TU?
    Allora significa che hai molto, ma molto a che fare con i risultati che hai ottenuto.

Oggi dire che altre persone ti hanno detto, consigliato, trascinato, disorientato, è il chiaro alibi al fatto che in quel momento non hai voluto pensare e ti è andata bene così.

Un giorno lessi una frase di un personaggio famoso: “probabilmente non hai responsabilità per la condizione in cui ti trovi adesso. Ma l’avrai in prima persona se non farai niente per migliorarla.”

Certo avevo avuto qualche cattivo consiglio, certo a livello emozionale ero stato coinvolto, da persone, fidanzate, amici, parenti, promotori, venditori o chi altro vuoi.

Ma io avevo fatto il click, io avevo fatto azione.

Sembra strano ed assurdo.

Togli oggi il condizionale e cambialo con il passato.

Da “sarebbe” a “è stato”.

Togli altre persone.

Perdonale. Chi non sa perdonare, non sa neanche amare. Ricordalo sempre.

Se per caso altre persone (che tu hai scelto e voluto in quel particolare frangente di vita, ricordalo bene..) hanno condizionato il tuo percorso, si tratta proprio di un “passato”

E’ stato. (e non “se lui e se lei avessero fatto”)

Il condizionale NON HA VIA D’USCITA. Non finisce mai.
Proprio come il labirinto con il quale giocavamo da bambini.

Il passato gira la pagina. E SI SPOSTA.

E’ andato e da domani… SARA’.

Il percorso verso la nostra rivoluzione e verso la nostra pensione anticipata indipendente, deve essere contornato dalla gioia di vivere e di procedere nel percorso affinchè il percorso stesso ne sia l’essenza.

E adesso…

“Se io, se lei, se lui, se noi…” fai in modo che da oggi resti solo una grande canzone, da riascoltare nel tempo con gioia ed emozione.

Brindo al tuo successo, al tuo miglioramento e al tuo percorso diretto verso il pensionamento indipendente..

Massimiliano Acerra.

Allenatore Mipai.


Lascia un tuo commento in relazione al tema trattato. Anche tu applichi il condizionale e la strategia delle “altre persone”?

IMPORTANTE: Mipai è il “movimento internazionale per il raggiungimento della pensione anticipata indipendente”.
Insieme mettiamo in atto il NOSTRO stile di vita, il nostro protocollo e i nostri metodi certificati ed “Evergreen” per raggiungere questo obiettivo con la serenità dell’anima.

ACCEDI al nostro mini-corso in 11 lezioni gratuite per comprendere ed attuare il sistema ed i protocolli MIPAI che portano tutti alla pensione anticipata indipendente. Ne uscirai con IL PIANO PENSIONE COMPLETO da mettere in atto con strumenti pratici e operativi.
Accedi al corso “MIPAI START IN ACTION”


Calcola la tua pensione anticipata indipendente con il calcolatore proprietario MIPAI.
Scopri in quanto tempo puoi raggiungerla!


Se non lo hai già fatto, accedi al canale Telegram MIPAI, per stare ancora più “vicini”. Con aggiornamenti e soprattutto audio, pensieri e parole del giorno. A sorpresa.

Accedi al canale You tube MIPAI. Condividiamo tutta la nostra evoluzione. E’ il canale principale dove visionare in video la nostra avventura, il nostro percorso. Iscriviti.

Accedi al gruppo “MIPAI – Opportunità Vincenti” su Facebook dove lavoriamo insieme su tutti i metodi e le strategie e le alternative per creare una vita di rendite e grandi soddisfazioni. Per interagire.

PUOI FAR CONOSCERE I METODI E LA FILOSOFIA MIPAI AI TUOI AMICI FACENDO CIRCOLARE QUESTO REPORT.

PER DIVENTARE UN SOSTENITORE MIPAI, accedi qui.  Avrai accesso ai nostri percorsi di vita per raggiungere la pensione anticipata indipendente.

Per qualunque informazione o richiesta puoi scriverci o commentare.

Siamo e saremo sempre con te, nel cammino di vita verso la pensione anticipata indipendente.

0 0 vote
Article Rating

Unisciti alle migliaia di persone che hanno scoperto come creare e raggiungere la propria Pensione Autofinanziata Indipendente.

Prenota una chiamata con un Allenatore MIPAI e richiedi il tuo piano gratuito di pensionamento personalizzato.

Grazie a questo piano e all'aiuto dell'Allenatore scoprirai quale risultato puoi raggiungere, come ed in quanto tempo.

Ogni grande obiettivo inizia sempre con il primo passo!

COS’É IL MIPAI

Il MIPAI (Movimento internazionale per la pensione anticipata indipendente) è il primo ed unico movimento di persone che hanno un obiettivo ben preciso:

“raggiungere la pensione in pochi anni, in maniera autofinanziata e indipendente, senza inps, assicurazioni o altri intermediari.”

L’unica alternativa concreta all’Inps per raggiungere la pensione in maniera anticipata e con molti più soldi.

Post Recenti

I migliori broker per investire

Per iniziare ad investire o per creare il tuo piano di accumulo, che ti porterà alla tua pensione anticipata indipendente, avrai necessariamente bisogno della giusta

Read More »

Post Popolari

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x