Ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti. Il risvolto segreto dietro alla povertà

mipai-i-limiti-dell-uomo

Ho fatto un viaggio in una terra sperduta. Oggi quando vediamo immagini di paesi o città in degrado, con la povertà che aleggia per le strade, ci sentiamo lontani e distaccati. Ma c’è un fattore che nessuno ha davvero compreso, un fattore magico in mezzo a quelle strade, un fattore che se applicato nella tua vita, tante cose cambieranno in maniera drastica e veloce.
E potrai applicarlo SOLO quando comprenderai i tuoi limiti…

Ho fatto un viaggio, che in realtà doveva essere una vacanza.

Ero in una città, una megalopoli molto lontana, dove la differenza sociale è marcata in maniera profonda, dove esiste l’immensità che divide il ricco dal povero. Un’immensità abissale.
Alla fine ho pensato di trascorrere il 90% del mio tempo nella parte più povera della città.

Proprio in quelle strade, in quei mercati, in quei volti, c’erano le più importanti storie e la più grande ricerca di vivere il massimo di ogni istante, dando il meglio di se per una sola parola, un solo scopo: vivere.

Ogni persona, in quei luoghi, vive con poco o niente.
E’ lontana la nostra realtà di benessere effimero mascherato da felicità.
In quella città non si ha il tempo di pensare se si è felici o meno.

Ma… un particolare mi ha colpito in maniera imponente.

Un ingrediente tanto semplice quanto paradossale: nessuno si lamentava, nessuno perdeva tempo, ognuno aveva il sorriso sulla bocca ogni santo giorno.
Ho notato ancora: nessuno chiede l’elemosina come avviene nelle nostre città, ma tutti danno il massimo ogni giorno per guadagnarsi da vivere.

Ogni giorno, divengono dei venditori imponenti, facendo scuola, quella vera, sulla strada.

Proprio come quando vai in vacanza in certi paesi africani dove ad ogni angolo in cui passi c’è un soggetto che cerca di venderti qualcosa: un viaggio, un’escursione, un prodotto, un sogno.

Ho visto persone impegnarsi al massimo per portare i clienti a pienare i piccoli bus spesso abusivi che girano per la città, con un impegno che oserei definire sconvolgente e con una determinazione, una grinta, degna dei più grandi venditori professionisti.
Certi soggetti, certe tecniche, la medesima grinta e determinazione se applicata nelle nostre aziende e attività, aumenterebbe il fatturato in maniera esponenziale a qualunque tipologia di impresa.

Certe persone vivono adattandosi a tutte le situazioni, con il sorriso fisso che solca le labbra.

Ma ecco che emerge in maniera maestosa l’elemento davvero differenziante che estrae la vera essenza di tutto, delle vite dei più ricchi e dei più poveri.

In certi posti, comprendi come non sia un reale problema di soldi la nostra irrealizzazione perenne, quella tristezza che attanaglia spesso le nostre esistenze ed i nostri giorni.

Quelle persone, in una sola parola: VIVONO.
E vivono lo stesso, anche con pochi capitali e poche risorse economiche.
Non vivono in regge con i frigoriferi pieni di alimenti e gli armadi stracolmi di abiti all’ultima moda. I loro figli non hanno armadiate intere di giocattoli da utilizzare per qualche ora, per poi essere abbandonati per una vita intera in attesa del nuovo gioco del giorno.

Eppure vivono e aguzzano l’ingegno per sostituire quello che non hanno con le risorse che hanno in quel momento a disposizione.

ricordo personalmente che da piccolo non avevo molti giochi. Nonostante le mie richieste incessanti, i miei genitori non potevano permettersi di comprarmi giochi e pertanto avevo inventato un gioco totalmente nuovo con le risorse che avevo in quel momento a disposizione.

Non potendo avere il famoso “subbuteo” con tutte le squadre, e avendo alcuni puffi e alcuni playmobil, inventai il campionato utilizzando proprio questi personaggi.
Era un gioco fantastico, che mi ha accompagnato fino all’adolescnza inoltrata e gli amici, curiosi di questa grande invenzione e novità, volevano giocare e partecipare a questo grande campionato tralasciando i loro giochi.

La mente, quando si trova in stato di mancanza e necessità, aguzza l’ingegno.
E funziona sempre, in ogni contesto.

Ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti.

In questi luoghi capisci tutto. alle persone puoi dare 300 euro al mese, e nessun altra soluzione. Si adatteranno a vivere con quelle, nell’essenza VERA delle cose che realmente servono.
(Perché avviene questo? Perchè il 70% delle cose che abbiamo, che riempiono i nostri armadi, le nostre cantine,  i nostri mobili, non ci servono realmente)

Alle persone puoi dare 500 al mese e vivranno con quelle, facendosele bastare e arrivando a spenderle tutte alzando leggermente il tenore di vita. Lamentandosi del poco che hanno in ogni caso, perché stranamente quando hai poco non ti lamenti e sei pronto a spaccarti la schiena.
Quando hai di più, sembra che il lavoro pesi gravosamente sulle spalle, in un’assurda rappresentazione dell’assurdo.

Se alle persone dai 1000 euro al mese, avranno una vita un pò migliore, una casa un o’ più bella, con qualche mangiata in più al fast food di zona.

Se gli dai 1800 euro al mese, faranno bastare quelle. Una macchina più nuova, un appartamento più ripieno di cose meno utili e qualche cena al ristorante in più. Lamentandosi del poco che hanno e di ciò che vorrebbero avere in più.

Se gli dai due stipendi e 3500 euro al mese, arriveranno sempre li, al limite, con una vita ibrida, volendo mille cose, abbigliamento bello, cibo di primo livello, vetture all’ultima moda.
Ma per una vita del genere è ancora poco. E si lamenteranno del poco che hanno e di ciò che manca per avere sempre di più. Oggetti di firme intermedie, nella loro percezione non sono buoni come quelli che vorrebbero, quelli di griffe importanti e non ancora raggiungibili.
E non saranno contenti nemmeno del lavoro, che limita tremendamente la vita e il tempo.

Alla fine tutti arrivano a spendere per la propria vita praticamente tutto per sorreggere il tenore di questi bisogni effimeri, che sono la sottrazione materiale tra tutto ciò che spendi e ciò che realmente ti serve.

Dove stà la verità in tutto questo?

La verità è che ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti, per accedere realmente alla pensione anticipata indipendente.

Ogni uomo, se messo alla prova, può raggiungere risultati che egli stesso nemmeno immagina di poter raggiungere.

Puoi avere più impegno e più energie di quanto tu stesso hai pensato. Puoi correre più velocemente di quanto tu hai provato ad immaginare se solo provi a spingere e a forzare l’allenamento, oppure se la necessità e la volontà ti spinge a farlo.

Ogni uomo può davvero raggiungere il massimo, può vivere con molto di meno di ciò che egli stesso ritiene che sia meno.

Più ottieni e più chiederai.
Questa è la soluzione giusta per la grande corsa della tua vita verso la libertà e l’indipendenza.

Ma ATTENZIONE! Non è la soluzione giusta se “il più ottieni e più chiederai” diviene un fattore economico, diviene una guerra a guadagnare per spendere sempre di più.. se ogni cosa che vuoi raggiungere è una cosa materiale da comprare a tutti i costi e più grande è il costo più grande è la soddisfazione..

In questo caso sarai caduto dalla padella nella brace, dall’essenza vera di vivere con il necessario all’effimera percezione inarrivabile di quel “tutto” e di quella ricchezza che non si capisce mai dove abbia il suo apice.

Il sistema capitalistico è studiato per questo e ogni giorno i processi economici, politici e finanziari, oltre che il marketing delle multinazionali e delle lobby con forti interessi economici, ci inducono e manipolano le nostre menti per farle allineare a questo sistema.

Ogni uomo, ogni individuo, dovrebbe conoscere i propri limiti, come l’animale nella foresta che si allontana quando vede che la lotta che infuria con il capobranco più forte, non può avere esito positivo.

E tu sei sicuro che per vivere ti serva ancora di più di ciò che guadagni oggi?
Forse dovresti chiederti .. per vivere QUALE VITA?

Quella piena di tante cose, di tanti ristoranti di lusso, vestiti firmati, bella vita, locali di lusso e similari?
Quella dove senza portafoglio non puoi stare, dove l’essenza si è allontanata chilometri e chilometri dalla tua mente?

Sei davvero sicuro che non riesci a fare meglio e a vivere con meno di ciò che ritieni che nella tua immaginazione sia meno?

Oggi sai che puoi dare molto di più e tutto quel di più che non entrerà nelle tasche degli altri, inghiottito dal sistema indotto del consumismo, entrerà nella TUA pensione anticipata indipendente.

Noi, e anche tu oggi, sappiamo cosa farne e come raggiungere la libertà.

E’ ora di comprendere come la vita, lontano dalle induzioni di assurdi sistemi capitalistici, sia la strada reale adornata dell’essenza vera.

Se per caso ancora hai qualche dubbio su come si possa fare a minimalizzare e semplificare la tua vita, posso farti conoscere una di queste persone.
Una di quelle che ogni giorno in quelle città lotta per VIVERE.

Saprà di certo dirti come con poco si vive comunque. Saprà darti una vera lezione di VITA, farti comprendere davvero cosa sia.
Ogni uomo dovrebbe conoscere i propri limiti.

Massimiliano Acerra
Allenatore MIPAI.


Lascia un tuo commento in relazione al tema trattato. Cosa ne pensi?

IMPORTANTE: Mipai è il “movimento internazionale per il raggiungimento della pensione anticipata indipendente”.
Insieme mettiamo in atto il NOSTRO stile di vita, il nostro protocollo e i nostri metodi certificati ed “Evergreen” per raggiungere questo obiettivo con la serenità dell’anima.

ACCEDI al nostro mini-corso in 6 lezioni gratuite per comprendere ed attuare il sistema ed i protocolli MIPAI che portano tutti alla pensione anticipata indipendente.
Accedi al corso “MIPAI START IN ACTION”


Calcola la tua pensione anticipata indipendente con il calcolatore proprietario MIPAI.
Scopri in quanto tempo puoi raggiungerla!


Se non lo hai già fatto, accedi al canale Telegram MIPAI, per stare ancora più “vicini”. Con aggiornamenti e soprattutto audio, pensieri e parole del giorno. A sorpresa.

Accedi al canale You tube MIPAI. Condividiamo tutta la nostra evoluzione. E’ il canale principale dove visionare in video la nostra avventura, il nostro percorso.

Accedi al gruppo “MIPAI – Opportunità Vincenti” su Facebook dove lavoriamo insieme su tutti i metodi e le strategie e le alternative per creare una vita di rendite e grandi soddisfazioni. Per interagire.

PUOI FAR CONOSCERE I METODI E LA FILOSOFIA MIPAI AI TUOI AMICI FACENDO CIRCOLARE QUESTO REPORT.

PER DIVENTARE UN SOSTENITORE MIPAI, accedi qui.  Avrai accesso ai nostri percorsi di vita per raggiungere la pensione anticipata indipendente.

Per qualunque informazione o richiesta puoi scriverci o commentare.

Siamo e saremo sempre con te, nel cammino di vita verso la pensione anticipata indipendente.

0 0 vote
Article Rating

Unisciti alle migliaia di persone che hanno scoperto come creare e raggiungere la propria Pensione Autofinanziata Indipendente.

Prenota una chiamata con un Allenatore MIPAI e richiedi il tuo piano gratuito di pensionamento personalizzato.

Grazie a questo piano e all'aiuto dell'Allenatore scoprirai quale risultato puoi raggiungere, come ed in quanto tempo.

Ogni grande obiettivo inizia sempre con il primo passo!

COS’É IL MIPAI

Il MIPAI (Movimento internazionale per la pensione anticipata indipendente) è il primo ed unico movimento di persone che hanno un obiettivo ben preciso:

“raggiungere la pensione in pochi anni, in maniera autofinanziata e indipendente, senza inps, assicurazioni o altri intermediari.”

L’unica alternativa concreta all’Inps per raggiungere la pensione in maniera anticipata e con molti più soldi.

Post Recenti

I migliori broker per investire

Per iniziare ad investire o per creare il tuo piano di accumulo, che ti porterà alla tua pensione anticipata indipendente, avrai necessariamente bisogno della giusta

Read More »

Post Popolari

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Alessandro
Alessandro
1 anno fa

Ottimo articolo. Grazie.

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x